La carteggiatura, l’ultima fase della sverniciatura

Fabio Pieroni   •   June 2, 2016

La carteggiatura si effettua sia come ultima fase della sverniciatura, per eliminare gli ultimi residui di vernice e uniformare la superficie del mobile, sia per rendere lisce nuove parti di mobili sottoposte a varie fasi di lavorazione.
Inevitabilmente, i vari attrezzi e utensili che vengono usati nella preparazione dei nuovi pezzi, lasciano tracce visibili anche se chi opera è esperto ed accorto nella lavorazione.

Si rende necessario un trattamento con carta abrasiva (e anche con paglietta d’acciaio) sulla superficie del legno.
La carteggiatura può essere praticata con mezzi manuali o meccanici, ossia mediante elettroutensili come la levigatrice orbitale, quella roto-orbitale, la levigatrice a nastro, ecc.
Nei lavori di restauro è sempre consigliabile effettuare una carteggiatura manuale in quanto le macchine possono produrre un’azione troppo robusta.
La sensibilità e la delicatezza della mano, invece, consente di dosare l’azione da punto a punto.
Conviene procedere alla carteggiatura con un elettroutensile qualora l’estensione della superficie da lavorare sia notevole oppure sia necessario agire con una certa energia.

  • Carta abrasiva

  • Carteggiatura manuale

  • Carteggiatura con elettroutensili

2018-10-01T14:28:43+01:00